...........................................................................................................................................

L'ombra è l'opposto del sole, ma si nutre di esso.
Un cielo grigio non genera ombre: nessun contrasto, nessun pensiero.


...........................................................................................................................................

martedì 30 settembre 2008

FIX YOU

When you try your best but you don't succeed
When you get what you want but not what you need
When you feel so tired but you can't sleep
Stuck in reverse
And the tears come streaming down your face
When you lose something you can't replace
When you love someone but it goes to waste
Could it be worse?
Lights will guide you home
And ignite your bones
And I will try to fix you
And high up above or down below
When you're too in love to let it go
But if you never try you'll never know
Just what you're worth
Lights will guide you home
And ignite your bones
I will try to fix you
Tears stream down on your face
When you lose something you cannot replace
Tears stream down on your face
And I
Tears stream down on your face
I promise you
I will learn from the mistakes
Tears stream down on your face
And I
Lights will guide you home
And ignite your bones
And I will try to fix you.




FISSARTI

Quando ci provi al meglio che puoi ma non riesci ad ottenere quel che vuoi quando ottieni quel che vuoi ma non è quello di cui hai bisogno quando ti senti così stanco ma non riesci a dormire Bloccato al contrario Quando le lacrime si versano sul tuo viso quando perdi qualcosa che non puoi rimpiazzare quando ami qualcuno ma tutto va perduto potrebbe andar peggio? Le luci ti guideranno a casa e accenderanno le tue ossa ed io proverò a fissarti Lassù o laggiù quando tu sei troppo innamorato per lasciar andar via tutto e se tu non provi, non saprai mai quali valori hai Le luci ti guideranno a casa e accenderanno le tue ossa ed io proverò a fissarti Le lacrime si versano sul tuo viso quando perdi qualcosa che non puoi rimpiazzare le lacrime si versano sul tuo viso ed io.. Le lacrime si versano sul tuo viso ti prometto che imparerai dai miei errori le lacrime si versano sul tuo viso ed io.. Le luci ti guideranno a casa e accenderanno le tue ossa ed io proverò a fissarti
PLEASE BE WITH ME
-------------------------
Oh my word what does it mean?
Is it love or is it me
That makes me change so suddenly
Looking out feeling free
Sit here lying in my bed
Wondering what is was I'd said
Made me think I'd lost my head
When I know I'd lost my heart instead
So won't you please read my signs be a gypsy
Tell me what I hope to find deep within me
Because you can't know my mind please be with me

Of all the better things I've heard
Loving you has made the words
And all the rest seems so absurd
But in the end it all comes out I'm sure ...

So won't you please read my signs be a gypsy
Tell me what I hope to find deep within me
Because you can't know my mind please be with me


461 Ocean Boulevard, 1974 - Eric Clapton (written by Tommy Talton)

martedì 16 settembre 2008


La salamandra


Non vive nel fuoco
la salamandra pezzata.
Ha bisogno del torrente
della nuvola sospesa
di questo giorno d’autunno
in estate
dove il giorno è già sera
e dai faggi gocciola
l’umore del cielo.

Così lei vive.

Le crudeltà del mito
lasciate ad altri tempi
ad altre genti.
A mormorii
stolidi
spenti nell’oblio
di ossa antiche.
Fatti cenere, terra.

Noi guardiamo
le macchie come foglie
incorruttibili
accese.

Noi guardiamo.
E non sappiamo.

Il segreto del bosco
scivola immortale
nel greto
e l’acqua
se ne cura
per l’attimo di sempre
che c’è dato.

martedì 9 settembre 2008

Il rito


Inizia e si compie
un rito pietoso
in quell’abbraccio
infinitamente piccolo
infinitamente tenero
eppure definitivo
tra due vite
fragili malate
vacillanti
prima
della fine.

Una madre e un criceto.
Lei lo culla
tra dita di filigrana
e nenie
insensate e lievi
perché il sonno arrivi
la sofferenza s’acquieti
e la paura
quella del poi
che leva il fiato
e ammorba i pensieri
si assopisca
come una bimba crudele.

E in quell’odore
di semi rancidi
e ferite
e rassegnazione
c’è tutto il dolore
del mondo.
L’inutile dolcezza
dell’amore.
Il male del vivere
e morire.

lunedì 8 settembre 2008

Parole nella lavanda


Parole nella lavanda

Forse folle
parlo con lo spirito
caro e lontano
della Nonna
nell’odore buono
della lavanda
e cammino nel buio
respirando forte
lungo il fiume
gonfio di temporale.

Una luce illumina
la bassa nube
che sovrasta il bosco.
Ma né luce
né nube
né bosco
svelano la cifra
di quel che sono
della mia ragione
della mia confusione
della mia paura.

Resta la solitudine
della luce
della nube
e del bosco.

Resta il mio andare
sola
e il chiedersi
se sono il noce secco
solitario e bruno
in mezzo al campo
o questo che ombreggia
le ortiche
carico di frutti
quasi maturi.

O sono il verde mallo
o il gheriglio di latte.
Oppure ridotta guscio
sarò frammento e terra.
Ora che il topinambur
torna a fiorire
e l’autunno viene.

CRANE Walter

Crane, Walter (Liverpool 1845 - Londra 1915),

pittore e disegnatore britannico, celebre per le illustrazioni di libri per l'infanzia. Da giovane studiò l'arte della miniatura e dell'incisione su legno. I suoi dipinti e le sue illustrazioni rivelano l'influsso dei preraffaelliti e delle stampe giapponesi. Insieme con William Morris fu uno dei capiscuola del movimento Arts and Crafts, i cui esponenti auspicavano un rinnovamento delle arti decorative.





Tra le sue illustrazioni ne ho scelta qualcuna a carattere mitologico.
I cavalli di Nettuno nascono e vivono di onde marine.


E Pandora apre il suo vaso con inconsapevole semplicità.

Mi piacciono i suoi colori forti e la predilezione per tutto ciò che è mitico o favolistico.

La vecchia piazza è un'oasi assolata di pace.


Il suo amare il dipingere per i bimbi è insito nelle sue opere e descritto al fine di raccontare con le immagini (non tutti ci riescono) le gesta di eroi puiù o meno fantasiosi o fantastici. Rifugiarsi nel miti per continuare a credere alle favole.

In fondo la semplicità paga sempre ed è più facile da apprezzare e comprendere e il fato con Persefone è un qualcosa di già letto.

Bello!

giovedì 4 settembre 2008

ALL THINGS MUST PASS

Sunrise doesn't last all morning
A cloudburst doesn't last all day
Seems my love is up and has left you with no warning
It's not always going to be this grey
All things must pass
All things must pass away

Sunset doesn't last all evening
A mind can blow those clouds away
After all this, my love is up and must be leaving
It's not always going to be this grey
All things must pass
All things must pass away

All things must pass
None of life's strings can last
So, I must be on my way
And face another day
Now the darkness only stays the night-time
In the morning it will fade away
Daylight is good at arriving at the right time
It's not always going to be this grey
All things must pass
All things must pass away
All things must pass
All things must pass away



video




mercoledì 3 settembre 2008



Che cosa un uomo ricava
Da tutto il suo pensare


Che cosa ricava dal torturarsi il cuore

Che cosa è il suo sforzo sotto il sole?



QOHELET
o
L'ECCLESIASTE

Non saprai


Non saprai
la nostalgia della tua voce
che tocca, brusca e calda,
le corde del senso.

Non saprai
la tua immagine
visitarmi prima del sonno
e dirmi parole piane.

Non saprai
perché non vuoi sapere.

E il mio amore resta nel gusto
aspro e salato
delle mie povere dita
dove cerco coi denti
qualche sapore all’istante.
Un po’ di vita. E sangue.

Fiumaretta, 20 agosto

lunedì 1 settembre 2008

MARE MATTUTINO


Fermarmi qui! Mirare anch'io questa natura un poco.
Del mare mattutino e del limpido cielo
smaglianti azzurri, e gialla riva: tutto
s'abbella nella grande luce effusa.
Fermati qui. Illuso di mirare ciò che vidi davvero l'attimo che ristetti,
e non le mie fantasie, anche qui,
le memorie, le forme del piacere.

Costantino Kavafis