...........................................................................................................................................

L'ombra è l'opposto del sole, ma si nutre di esso.
Un cielo grigio non genera ombre: nessun contrasto, nessun pensiero.


...........................................................................................................................................

venerdì 22 giugno 2018

Riflesso


questo fragore, assordante, dentro,
ecco come sento ora è un delirio
nei tuoni dell'anima la tristezza;
il dolore riaffiora
dopo attimi di serena percezione
 
Gujil

 
 Luce che viene rinviata per riflessione
da una superficie brillante,
questo è un riflesso.
 

giovedì 21 giugno 2018

Scolorimento

 Scolorimento
 
Più passa il tempo e più ingrandisce il mare.
Contemporaneamente perde i suoi colori,
le cime si spezzano a una a una. Innumerevoli ancore
arrugginiscono sulla terraferma. Quella che chiamavamo
libertà che non fosse la perdita? E che non sia
la perdita l'unico guadagno? Dopo
né perdita né guadagno. Niente. Le luci
della dogana e della taverna sul mare spente.
Solo la notte con le sue stelle false.

Ghiannis Ritsos

 
tutti i colori stingono,
quelli carichi si opacizzano,
scolorano,un po' come le nostre vite,
col tempo, nel tempo..
 
Lo scolorimento dei capi è un problema contro il quale tutti dobbiamo lottare. Alcune volte può accadere che un capo di scolorisca durante i vari lavaggi, altre volte invece, specialmente in presenza di determinate tinte e a temperature più elevate, il capo macchi tutti gli altri presenti in lavatrice. Ecco quindi che, per evitare lo scolorimento dei capi, è fondamentale avere qualche accortezza. Ad esempio, prima di indossarlo e metterlo in lavatrice, va ammollato in acqua fredda, con aceto e sale grosso. Deve restarci per 20 minuti circa. Dopo, andrà lavato in lavatrice ad acqua fredda. Il procedimento con acqua + aceto + sale grosso va ripetuto una volta al mese. Per prima cosa questa miscela va a togliere le macchie più radicate, poi neutralizza il cattivo odore e aiuta a conservare il colore. Le giuste dosi di miscela sono: 2 litri d’acqua, mezzo bicchiere d’aceto di vino bianco e due cucchiai di sale. Dopo immergete i capi (dalla rete).

mercoledì 20 giugno 2018

Ferrara

Ferrara è una città situata in Emilia-Romagna.
È nota per gli edifici eretti nel Rinascimento dagli Este, signori della città, tra cui il Castello Estense, dalle stanze lussuose, il Palazzo dei Diamanti, sede della Pinacoteca Nazionale di Ferrara e caratterizzato dalla facciata rivestita in blocchi di marmo a forma di diamante, e infine la Cattedrale di Ferrara, con facciata romanica a tre cuspidi e campanile in marmo (da Wikipedia).

Verso Ferrara
 
Questa è l’ora che vanno per calde erbe infinite
nel mio paese gli ultimi treni, con fischi lenti
salutano la sera, affondano indolenti
in sonni dove tramontano rosse città turrite.
Dai finestrini aperti il vino delle marcite
monta al madido specchio delle povere panche;
dei giovanili amanti scioglie le dita stanche,
fa deserte di baci le labbra inaridite.
 
Giorgio Bassani
da "Storie di poveri amanti", 1945 
 
Ferrara
è una tappa imperdibile per tutti coloro che amano l'arte, la cultura, la natura e la buona cucina.
Prima città moderna e tra le signorie più importanti e culturalmente fondanti del rinascimento italiano, Ferrara fu una delle capitali europee della cultura, dell’arte, della politica, della gastronomia, nonché punto di riferimento per artisti, poeti e cantori.
La dinastia estense, grande famiglia di mecenati eccentrici e colti, fu capace di trasformare in tre secoli un centro rurale in un capolavoro del rinascimento dichiarato Patrimonio dell’Umanità.
Sotto il dominio degli Este, infatti, Ferrara conobbe i suoi secoli di maggiore fioritura, ospitando le più importanti personalità dell’epoca in campo artistico e letterario e rivestendo un ruolo di primissimo piano in molti campi (dalla rete).
 
verso qualcosa, sempre,
si tende ad andare e comunque si va;
il percorso è diverso per ognuno,
a volte ci si incontra, poi ci si separa...

martedì 19 giugno 2018

Riflesso

 
 

nel caos qualcuno gode,
come sempre siamo soli con noi stessi
in un attimo tutto si scombina,
torniamo alle origini, sempre...
 
Gujil
 
 

lunedì 18 giugno 2018

Notturno e canyon

Notturno di Stone Canyon

  Antico dei Giorni, vecchio amico, nessuno crede
     nel tuo ritorno.
Nessuno crede più nella propria vita.

La luna, come un cuore morto, freddo e inavviabile,
    
appesa a un filo
all’estremità della terra,
finalmente infedele, che macchia le felci
     e gli arbusti rosa.

Nell’altro mondo, bambini disfanno i nodi sulle
     loro cordicelle.
Cantano canzoni, e le loro dita sfumano.
 
E qui, dove il cigno mugola nella sua orbita,
     dove la sanguinaria
e la belladonna insistono a confortarci,
dove la volpe nel muro del canyon svuota le nostre
     mani, estatica d’altro,
 
come una goccia d’olio limpido il Guaritore rotea
     nel vento della notte,

parte occhio, parte lacrima, riluttante a riconoscerci.
 
Charles Wright
traduzione di Antonella Francini
 
 notturni come tanti, passati,
estivi, soprattutto estivi;
li ricordo appena, con amore,
quando era amore la passione...

domenica 17 giugno 2018

Riflesso

 


Irritato dalle brutture umane capisco
che il mio tempo è ormai ricordo,
smetto di congetturare e riposo,
poi,
in un insito moto di orgoglio grido,
peccato che nessuno mi senta...
 
Gujil
 
 

sabato 16 giugno 2018

Frammento I

i frammenti di questo autore anonimo
mi hanno intrigato da sempre,  mi sono vicini, la proposta è per una condivisione ragionata,
la lettura lascia spazio alla nostra interpretazione.
Gujil

Frammento I
 
...fremevo, tremavo,
il contesto rozzo, vago;
poi la vita...
 
... ancora spesso richiedo
asilo ai pensieri, ai gesti;
titubante, solo, lontano...
 
Anonimo
del XX° Secolo,
frammenti ritrovati